Fare pragmatica nella scuola primaria: uno studio esplorativo sulle richieste

Autores

  • Stefania Ferrari Università di Verona
  • Greta Zanoni Università di Bologna

DOI:

https://doi.org/10.11606/issn.2238-8281.v0i35p29-53

Palavras-chave:

Pragmatica, Lingua italiana, Scuola primaria, Richieste, Interazione orale

Resumo

L’articolo illustra uno studio esplorativo sulle modalità di produzione dell’atto comunicativo del richiedere nell’interazione di bambini di 8-9 anni, basato su una sperimentazione educativa di ricerca-azione, condotta in Italia nella classe curricolare della scuola primaria. Gli aspetti specifi camente indagati sono i seguenti: le modalità di realizzazione dell’atto comunicativo; la relazione tra atto comunicativo e sequenza interazionale; la capacità dei bambini di rifl ettere sugli usi linguistici. I risultati ottenuti offrono indicazioni per lo sviluppo di materiali didattici appropriati e per la defi nizione di futuri protocolli di ricerca.

Biografia do Autor

Stefania Ferrari, Università di Verona

Docente di italiano L2, si specializza in linguistica con un dottorato di ricerca presso l’Università degli Studi di Verona. Collabora con l’Università di Modena e Reggio Emilia, con l’Università di Bologna e con scuole, comuni e associazioni per la realizzazione di progetti per l’accoglienza e l’integrazione di studenti stranieri, la didattica dell’italiano L2 e la formazione degli insegnanti (http://www.glottonaute.it/). I suoi principali interessi di ricerca sono l’apprendimento dell’italiano L2, il bilinguismo, l’educazione linguistica in contesto migratorio, la didattica per task, la pragmatica e la valutazione.

Greta Zanoni, Università di Bologna

Ha conseguito il Dottorato di ricerca presso la scuola di dottorato Traduzione, Interpretazione e Interculturalità dell’Università di Bologna, con una tesi dal titolo “Le tecnologie web 2.0 per l’apprendimento della lingua italiana: il ruolo della community nello sviluppo della competenza pragmatica”. Attualmente è docente a contratto presso il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione dell’Università di Bologna e collabora con la Scuola di Lingue, Letterature, Traduzione e Interpretazione dell’Università di Bologna. Ha partecipato come assegnista a diversi progetti di ricerca fra cui il Progetto LIRA (Lingua/Cultura Italiana in Rete per l’Apprendimento) finalizzato allo sviluppo della competenza pragmatica in italiano. I suoi principali interessi di ricerca sono la mediazione linguistica, la formazione linguistica in contesti professionali e aziendali, la pragmatica interlinguistica e interculturale, la didattica linguistica multimediale in particolare dell’italiano L2.

Referências

ANDORNO, C. Che cos’è la pragmatica linguistica. Roma: Carocci, 2005.

BAZZANELLA, C. Le facce del parlare. Firenze: La Nuova Italia, 1994.

BAZZANELLA, C. Linguistica e pragmatica del linguaggio. Roma-Bari: Laterza, 2005.

BETTONI, C. Usare un’altra lingua. Guida alla pragmatica interculturale. Roma-Bari: Laterza, 2006.

COLOMBO, A. Per un’“educazione linguistica essenziale”: la riflessione sulla lingua. La didattica, III, 3 marzo 1997, pp. 51-5.

FERRARA, A. Pragmatics. In VAN DIJK, T. (ed.) Handbook of discourse analysis. London: Academic Press, 2, 1985, pp. 137-57.

FERRARI, S. Elementi di variazione della complessità sintattica. In CONSANI, C.; DESIDERI, P. (a cura di). Alloglossie e comunità alloglotte nell’Italia contemporanea, Atti del XLI Congresso Internazionale di Studi della Società di Linguistica Italiana, Pescara, 27-29 settembre 2007. Roma: Bulzoni, 2009, pp. 155-70.

FERRARI, S. A Longitudinal Study of Second Language Learner Complexity, Accuracy and Fluency Development. In HOUSEN, A.; KUIKEN, F.; VEDDER, I. (eds.) Dimensions of L2 Performance and Proficiency: Investigating Complexity, Accuracy and Fluency in SLA. Amsterdam: Benjamins, 2012, pp. 277-97.

FERRARI, S. Oggi facciamo pragmatica: un progetto di formazione e ricerca-azione nella scuola primaria. Italiano LinguaDue, 8, 2, 2016, pp. 270-80.

FERRARI, S.; NUZZO, E., Un’osservazione longitudinale sul rapporto tra pragmatica e grammatica nell’acquisizione dell’italiano L2. In BOZZONE COSTA, R.; FUMAGALLI, L.; VALENTINI, A. (a cura di) Apprendere l’italiano da lingue lontane: prospettiva linguistica, pragmatica, educativa. Atti del Convegno-Seminario Bergamo, 17-19 giugno 2010. Perugia: Guerra Edizioni, 2011, pp. 159-72.

FERRARI, S.; NUZZO, E.; ZANONI, G. Sviluppare le competenze pragmatiche in L2 in rete: problemi teorici e soluzioni pratiche nella progettazione dell’ambiente multimediale LIRA. In CERVINI, C. (a cura di) Interdisciplinarità e apprendimento linguistico nei nuovi contesti formativi. L’apprendente di lingue tra tradizione e innovazione. Bologna: Quaderni del CeSLiC – Centro di Studi Linguistico-Culturali, 2016, pp. 5-20.

LEONE, P.; MEZZI, T. Didattica della comunicazione orale. Milano, Franco Angeli, 2011.

LO DUCA, M. G. Lingua italiana ed educazione linguistica. Roma, Carocci, 2003.

MATTHEWS, D. (eds.), Pragmatic Development in First Language Acquisition. Amsterdam-Philadelphia, Benjamins, 2014.

MIGLIETTA, A.; SOBRERO, A. Pratiche di grammatica nella scuola elementare: un’indagine. In CORRÀ, L.; PASCHETTO, W. (a cura di) Grammatica a scuola. Milano: Franco Angeli, 2011, pp. 97-112.

NUZZO, E. Imparare a fare cose con le parole. Perugia, Guerra Edizioni, 2007.

NUZZO, E. Imparare ad agire in italiano L2: uno studio con giovani immigrate. In NUZZO, E.; GAUCI, P. Insegnare la pragmatica in italiano L2. Roma: Carocci Editore, 2012, pp.45-74.

NUZZO, E. Fonti di input per l’insegnamento della pragmatica in italiano L2: rifl essioni a partire dal confronto tra manuali didattici, serie televisive e parlato spontaneo. In SANTORO, E.; VEDDER, I. (a cura di) Pragmatica e interculturalità in italiano lingua seconda. Firenze: Franco Cesati Editore, 2016, pp. 15-28.

NUZZO, E.; GAUCI, P. Insegnare la pragmatica in italiano L2. Roma: Carocci Editore, 2012.

OLSHTAIN, E.; COHEN, A. Apology: A speech act set. In WOLFSON, N.; JUDD, E. (eds.) Sociolinguistics and language acquisition. Rowley: Newbury House, 1983, pp. 18-36.

PALLOTTI, G. Descrivere le lingue: quale metalinguaggio per un’educazione linguistica efficace? In PROGETTO PON Educazione Linguistica e Letteraria in un’Ottica Plurilingue, MIUR/ANSAS, 2009, http://www.scuolavalore.indire.it/nuove_risorse/descrivere-le-lingue-quale-metalinguaggio-per--uneducazione-linguistica-effi cace/. Ultimo accesso: 15 aprile 2017.

PALLOTTI, G.; FERRARI, S. La variabilità situazionale dell’interlingua: implicazioni per la ricerca acquisizionale e il testing linguistico. In BERNINI, G.; SPREAFICO, L.; VALENTINI, A. (a cura di) Competenze lessicali e discorsive nell’acquisizione di lingue seconde. Perugia: Guerra, 2008, pp. 437-62.

PALLOTTI, G.; FERRARI, S.; NUZZO, E.; BETTONI, C. Una procedura sistematica per osservare la variabilità nelle interlingue. Studi Italiani di Linguistica Teorica e Applicata, 39, 2, 2010, pp. 215-41.

PISTOLESI, E. L’italiano nei libri di testo. Comunicazione presso l’Accademia dei Lincei e Scuola Normale Superiore, 3 febbraio 2017, https://www.youtube.com/watch?v=vW-NSwoC7mM. Ultimo accesso: 10 aprile 2017.

SANTORO, E.; VEDDER, I. Pragmatica e interculturalità in italiano lingua seconda. Firenze: Franco Cesati Editore, 2016.

TROSBORG, A. Interlanguage pragmatics. Requests, Complaints and Apologies. Berlin-New York: Mouton de Gruyter, 1995.

Downloads

Publicado

2017-12-22

Como Citar

Ferrari, S., & Zanoni, G. (2017). Fare pragmatica nella scuola primaria: uno studio esplorativo sulle richieste. Revista De Italianística, (35), 29-53. https://doi.org/10.11606/issn.2238-8281.v0i35p29-53

Edição

Seção

Artigos